Colite e probiotici

 

colite-cronica

Tutti quelli che soffrono di colite sanno che la corretta funzionalità intestinale e l’equilibrio della flora batterica non sono facili per loro da ritrovare. Ecco perché un validissimo aiuto può arrivare dall’impiego costante dei fermenti lattici, detti anche probiotici, che hanno come compito principale quello di regolarizzare le funzionalità del sistema gastrointestinale, facilitando la digestione e l’assimilazione degli alimenti.

 

 

Come funzionano i probiotici

I probiotici, o fermenti lattici, sono prodotti che contengono microrganismi vivi da prendere per modificare in meglio la microflora intestinale. Possono comprendere una o più specie di batteri, generalmente comuni Lactobacilli associati con altri batteri che compongono solitamente della normale flora intestinale, un elemento essenziale per la nostra salute. Infatti contribuisce a diverse funzioni come quelle digestive, la protezione nei confronti di batteri e virus patogeni, ma anche la sintesi di particolari sostanze.

I probiotici hanno quindi la capacità di ripristinare la regolarità della flora intestinale, di subentrare ai batteri patogeni e di bloccare la loro crescita, così come di sintetizzare sostanze dalla potente azione antibatterica e stimolare la risposta immunitaria. Tutto questo però avviene se un certo numero di microrganismi vivi raggiunge e benefica l'intestino. Quindi i probiotici devono sopravvivere al passaggio nello stomaco e all'effetto della bile nella parte iniziale dell’intestino per assicurare il loro effetto benefico.

 

 

Quanto sono utili i probiotici

probiotici

I probiotici sono utilizzati soprattutto dalle persone che soffrono di disturbi come colon irritabile, colite ulcerosa e simili, ma anche per combattere la diarrea. In particolare nelle malattie infiammatorie intestinali come la colite ulcerosa che è accompagnata spesso da squilibri della flora intestinale, il loro utilizzo è indicato ma non come unico rimedio perché devono essere accompagnati dai farmaci e soprattutto va eliminata alla radice la causa che produce la colite, spesso di natura nervosa.

Secondo diversi studi i fermenti lattici sono utili nella sindrome del colon irritabile perché invertono il processo che si innesca con lo stress. E non sono tutti uguali, ma ogni probiotico ha delle caratteristiche specifiche che lo rendono unico. Addirittura in alcuni casi sono presenti con diverse associazioni di ceppi e questo miscuglio ha una maggiore efficacia. E comunque in genere si tratta di prodotti ben tollerati ad ogni età, perché non comportano controindicazioni.